CRESPI CUP 2012

DSC_1928

EVENTI/Successo per la decima edizione del Raduno internazionale del Bonsai e del Suiseki

EVENTI/Successo per la decima edizione del Raduno internazionale del Bonsai e del Suiseki

3.Mostra7Parabiago – La 10ª edizione del Raduno Internazionale del Bonsai e Suiseki, l’appuntamento più importante e atteso nel mondo bonsaistico europeo, si è concluso a Parabiago (Mi) domenica 23 settembre ottenendo un grande successo di pubblico, grazie all’eccezionale programmazione che quest’anno è stata particolarmente curata. In occasione del decimo anniversario, le dieci giornate hanno offerto infatti dimostrazioni e laboratori di lavoro di maestri di arte bonsai cinese e giapponese di fama internazionale, seminari, conferenze e laboratori di esperti del bonsai e del suiseki europeo, oltre a conferenze ed attività riguardanti svariate forme d’arte cinesi e giapponesi. Massiccia quest’anno anche la presenza di delegazioni del settore provenienti da tutto il mondo. Ideato nel 1995 il Raduno prosegue, edizione dopo edizione, nel suo obiettivo di diffondere in Europa la cultura del bonsai e del suiseki, un obiettivo centrato anche quest’anno vista l’affluenza di pubblico che ha sfiorato la soglia dei 25.000 visitatori. Grande successo di pubblico dunque, ma anche di partecipazione da parte degli espositori, che giunti da tutta Europa e non solo hanno esposto i pezzi migliori delle loro collezioni.

Il successo delle mostre concorso5.Kawabe_demo2

Crespi Bonsai Cup, Crespi Shohin Cup, Amatori a Confronto, Crespi Suiseki Cup, Crespi Pot Cup. In occasione del decimo anniversario è stata raddoppiata la zona espositiva, riunendo in un unico suggestivo padiglione gli oltre 230 capolavori delle mostre concorso previste. Una cura perfino più meticolosa del consueto è stata riservata all’assetto espositivo, che ha consentito agli esemplari di manifestare al meglio le proprie potenzialità. Sorprendente il livello tecnico e qualitativo dei bonsai esposti e l’originalità dei capolavori di arte ceramica presentati alla Crespi Pot Cup, che nell’edizione di quest’anno ha proposto vasi d’avanguardia fatti a mano da amatori e professionisti ed esposti con bonsai o erbacee.  DSC_2175

I vincitori dei concorsi

Crespi Bonsai Cup

1° classificato: Massimo Bandera (Taxus cuspidata) – Italia

2° classificato: Mauro Stemberger (Pinus nigra) – Italia

3° classificato: Lorenzo Agnoletti (Pinus sylvestris) – Italia

COPPA KANEKO Memory: Alfiero Suardi (Quercus robur) – Italia

PREMIO BCI-Bonsai Club International: Raffaele Perilli (Olea europaea var. Oleaster) – Italia

Menzioni di merito: Andrea Brasini (Olea europaea) – Italia; Jurai Marcinko (Pinus sylvestris) – Svizzera; Luigi Maggioni (Juniperus oxycedrus) – Italia; Edoardo Rossi (Pinus sylvestris) – Italia; Mario Pavone (Pinus thunbergii) – Italia; Roberto Bassetto (Cotinus coggygria) – Italia

Crespi Shohin Cup

1° classificato: Andrés Àlvarez Iglesias (Acer buergerianum) – Spagna

2° classificato: Lorenzo Agnoletti (Rosmarinus officinalis) – Italia

3° classificato: Nicola Crivelli (Juniperus chinensis) – Svizzera

PREMIO BCI-Bonsai Club International: Sergio Grimoldi (Pinus pentaphylla) – Italia

Menzioni di merito: Sergio Grimoldi (Pinus pentaphylla) – Italia; Roberto Semprini (Abies jezoensis) – Italia

Amatori a Confronto

1° classificato: Domenico Castellar (Larix decidua) – Italia

2° classificato: Maurizio Peverati (Juniperus chinensis Itoigawa) – Italia

3° classificato: Alberto Tacconi (Juniperus sabina) – Italia

Crespi Suiseki Cup

1° classificato: Chiara Padrini (Yamagata-ishi) – Italia

2° classificato: Igor Carino (Doha-ishi) – Italia

3° classificato: Silvano Provasi (Dobutsu-seki) – Italia

PREMIO BCI-Bonsai Club International: Angelo Attinà (Sugata-ishi) – Italia

Menzioni di merito: Giorgio Rosati (Toyama-ishi) – Italia

Crespi Pot Cup

1° classificato: Giuseppe Fiori – Italia

2° classificato: Igor Carino – Italia

3° classificato: Giovanni Cattaneo – Italia

PREMIO BCI-Bonsai Club International: Piero Cantù – Italia

Menzioni di merito: Sperling Keramik – Germania

La mostraDimostrazioni, corsi e conferenze Le attività in programma attinenti al bonsai e più in generale alla cultura giapponese e cinese hanno consentito a tutti i visitatori di spaziare dagli incontri didattici alle dimostrazioni, dalle conferenze alla pratica di arti orientali come il bonsai, la pittura, l’origami e il furoshiki ecc., godendo appieno del tempo trascorso nei magnifici spazi e giardini Crespi Bonsai.

Ospite giapponese d’eccezione è stato il maestro Takeo Kawabe, che ha sorpreso il pubblico che ne attendeva la prima esibizione in Italia, offrendo un approccio inedito del suo stile avanguardista. I maestri cinesi Jiuwei Huang, Liu Chuangang e Chengfa Wu hanno introdotto il penjing cinese nei suoi più svariati stili al pubblico internazionale presente, mostrando il diverso approccio tra la cultura cinese e giapponese nel bonsai. Il maestro cinese Linmin Gong ha proposto la sua eccezionale arte della ceramica di rara finezza creando in sole due ore un vaso del valore di oltre 6.000,00 euro. Molto seguiti sono stati gli esperti europei, Edoardo Rossi, Gaetano Settembrini, Igor Carino, Andrés Àlvarez Iglesias, Gudrun Benz e Chiara Padrini, che hanno offerto dimostrazioni, seminari, conferenze o laboratori di lavoro per i visitatori.  DSC_1930

Anche i curiosi e gli appassionati di cultura giapponese e cinese hanno trovato le più svariate attività ricreative cui dedicarsi nei week-end della manifestazione, dalla vestizione della geisha all’ikebana, dalla cucina giapponese alla danza cinese, all’introduzione alla lingua giapponese, spaziando tra i corsi e laboratori di lavoro, dedicati anche ai bambini, e le esibizioni, tra le quali particolarmente apprezzate sono state quelle di sumo a cura della International Federation Sumo con Fausto Gobbi e quella di kung-fu a cura dello Shaolin Temple Italy.

Presenti per l’occasione del decimo anniversario numerose delegazioni mondiali, che hanno partecipato alla manifestazione con l’intento di promuovere la vicinanza tra popoli e culture diverse attraverso l’arte del bonsai, tra le quali la delegazione della World Bonsai Friendship Federation, del Bonsai Club International, la delegazione cinese del governo di Jintan, la delegazione della città giapponese del bonsai di Omiya e della Kanuma Satsuki Bonsai Association.

Un bilancio positivo oltre le aspettative Luigi Crespi, nel suo discorso di apertura della manifestazione, alla presenza del console del Giappone, del sindaco di Parabiago e di tutte le delegazioni intervenute, ha voluto ricordare le tappe importanti dell’intenso lavoro dedicato quest’anno all’organizzazione di attività didattiche e di diffusione dell’arte bonsai. “Per quanto intenso il lavoro svolto in questi mesi del 2012, l’impegno è sempre stato premiato con la soddisfazione di moltissimi visitatori e partecipanti,” ha detto Luigi Crespi, “ma quest’anno ho avuto anche la gioia di ricevere un riconoscimento importante dal governo giapponese, l’Ordine del Sol Levante – Raggi d’Oro e d’Argento, che mi onora e premia quella scelta audace, ma vincente fatta oramai più di trent’anni fa, che mi ha portato ad indirizzare verso la cultura giapponese e quella cinese la mia attività professionale, insieme alla mia famiglia.” Luigi Crespi ha dedicato un particolare ringraziamento ai maestri cinesi Liu e Wu, per i magnifici capolavori di penjing da loro donati al Crespi Bonsai Museum, con l’intento di diffondere in Italia la cultura cinese del penjing a fianco del bonsai giapponese.  IMG_9463

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...